Scoprire Andrew Wyeth e ammirare le NINFEE di Monet

•08/01/2012 • 3 commenti

Sembrerà strano, ma il mio pittore preferito in assoluto è Monet. Le atmosfere che ha ritratto non hanno nulla a che vedere con il dark dei miei scatti, ma i suoi quadri hanno rappresentato molto nel mio percorso artistico e nella mia vita. Le NINFEE in particolare, mi accompagnano fin dalle scuole medie e agiscono sulle corde dei miei sentimenti come una vecchia foto ricordo.

Nelle cose da fare prima di passare a miglior vita avevo segnato un viaggio in uno dei tanti musei all’estero che ospitano le NINFEE. Perché, come si sa, ne ha dipinte diverse e personalmente sono attratto dai quadri più piccoli e non dalle più famose tele giganti che ha realizzato nel suo studio. Nei quadri più piccoli ha giocato maggiormente con le tonalità di verde per separare le ninfee dall’acqua e dal cielo in essa riflesso… Un capolavoro…

Beh… In questi giorni (fino al 15 aprile) presso il PALAZZO DUCALE DI GENOVA è in corso una mostra fantastica dal titolo VAN GOGH E IL VIAGGIO DI GAUGUIN. Imperdibile!

Ospita le opere d’arte di Van Gogh (tante opere più uno dei suoi celebri autoritratti), Gauguin, Hopper (un altro tra i miei pittori preferiti), Wassily Kandinsky, Wyeth, etc… e anche due quadri di MONET… tra cui le NINFEE ospitate al museo di Boston (qui sotto)…  e che tanto desideravo vedere dal vivo. Inutile dire che mi sono letteralmente commosso, con grande stupore dei visitatori che credevano mi fosse presa la sindrome di Stendhal, ma che ci vuoi fare… L’emozione è l’emozione…

E’ stato poi piacevole vedere dal vivo anche un altro quadro di un pittore fantastico, quale Andrew Wyeth che con la sua Mattina di Natale (foto in apertura), mi ha lasciato senza parole… Un quadro di cui ci farei una foto. Molto dark, direi…

Ricordo anche la presenza dei capolavori di Bierstadt e Church…

Insomma… una mostra forse poco pubblicizzata per quello che realmente contiene e da VISITARE senza ombra di dubbio prima che finisca. Il biglietto costa solo 12 euro… Credimi che è veramente poco per quello che vedrai…

Annunci

Tutorial Lighting e Post produzione by Aurum Light

•08/01/2012 • Lascia un commento

La qualità del team di questo Studio Fotografico è fuori discussione. Ancor più se si considera lo sbattimento nel realizzare i video di back stage, che sono dei veri e propri tutorial… Il BLOG è molto interessante, credimi.

Come prima segnalazione dell’anno ti consiglio di vederti QUI l’articolo dell’ AURUM LIGHT STUDIO che riguarda le fasi di preparazione dello scatto qui sotto.

Puoi raggiungere il BLOG e l’ARTICOLO anche cliccando sulle foto.

all rights by AurumLight – visit official blog

Ettone – Bad, bad toy II

•03/01/2012 • 4 commenti

Quando mi si chiede quale sia il mio scatto migliore, mi riesce difficile prendere una decisione. Ogni scatto è un “figlio”, è un prodotto nato secondo un’ispirazione precisa e cresciuto attraverso un percorso di coincidenze, collaborazioni, sensazioni, umori, tecnica, attrezzatura, etc… Un grande fotografo diceva che era impossibile riprodurre lo stesso scatto anche se questo era fatto in studio… e non posso che dargli ragione.

Quindi sia chiaro: tutto ciò che pubblico sul mio sito ufficiale alla fin fine è qualcosa a cui tengo e che “mi piace”. Sarebbe alquanto stupido pubblicare gli scatti peggiori…

C’è però uno scatto, diciamo tra i miei preferiti, che ha avuto un successo strepitoso sul web. Su deviantart è stato eletto Daily Deviation e ha ottenuto più di 1100 favourite, è presente su tantissimi blog e thumblr, insomma… piace…

Lo scatto in questione è quello qui sotto ed è stato realizzato con Perla.

Titolo: Bad, bad toy • Model: Perla • Shot: Ettone © – All rights reserved

Ma veniamo al presente. A Natale, un caro amico mi ha fatto un gradito regalo. E’ stupendo quando gli amici, al posto di regalarti le solite cazzate che cestini alla befana, sanno colpirti con regali rivolti alle tue passioni. Non importa quanto siano costosi, è il gesto che conta. Sapere che Y. ha pensato alle mie foto quando stava acquistando l’orsetto rosso (vedi foto in alto e qui sotto), mi ha riempito di gioia…

Così non ho potuto fare a meno di iniziare a ritrarre “the red bear” nel remake di “BAD BAD TOY”… virando però tutto sul bianco e rosso, per non scimmiottare troppo la prima versione…

Titolo: Bad, bad toy II • Model: Saramiao • Shot: Ettone © – All rights reserved

Se ci clicki sopra si ingrandisce

ALTRE IMMAGINI LE TROVI SU WWW.MESSAGGISOFISTICATI.COM

ALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

The Dark Happy Family – Bath Toys

•01/01/2012 • 4 commenti

Torna a mia grandissima richiesta… E beh… che vuoi? L’ho richiesta io. E allora?

Torna a grandissima mia richiesta… una nuova avventura della DARK HAPPY FAMILY… Perché anche i componenti della famiglia più Dark del mondo tengono alla loro igiene personale!

Titolo: Bath Toys  • Model: Mr. X • Shot: Ettone © – All rights reserved

Se ci clicki sopra si ingrandisce

TUTTE LE ALTRE AVVENTURE DELLA DARK HAPPY FAMILY LE TROVI SU
WWW.MESSAGGISOFISTICATI.COM

ALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

i 10 fotografi da evitare…

•31/12/2011 • 4 commenti

Mi è stato segnalato questo post molto divertente che riguarda i 10 fotografi da “evitare” o comunque da cui “riguardarsi”… E’ senza ombra di dubbio una classifica goliardica che bisogna prendere a spanne e non in senso letterale anche perché se veramente si evitassero queste categorie probabilmente non esisterebbero più i fotografi. Mi riferisco soprattutto ai punti in cui più o meno tutti facciamo tesoro di ciò che impariamo, di ciò che insegnamo, di ciò che critichiamo e così via… Non ultima la lunga schiera di fotografi che fa riferimento alle marche che si utilizzano… etc, etc, etc…

Ma sì, bisogna riderci sopra…

Personalmente farei una classifica anche dei 10 peggiori critici di fotografia… tra i quali non ci sarebbe nemmeno un fotografo. Lì ci sarebbe veramente da ridere o da essere cattivi… Non so, magari un giorno in cui mi sentirò in vena la scriverò…

Per cui con l’augurarvi BUON ANNO vi linko qui sotto il post in questione…

LO TROVI QUI

 

Ettone – Virtual Insanity

•27/12/2011 • 6 commenti

Andar per supermercati non è il mio forte, ma può essere utile sbirciare tra le offerte speciali perché si possono trovare ottime idee per le proprie foto. L’altro giorno ho notato che le siringhe erano in offerta e così ho pensato di comprarne due scatole per farci qualche concept.

Il primo tra quelli che ho in testa è quello qui sotto, eseguito con la collaborazione di Saramiao e di Mr. BalloonHead (un tipo delicato a cui è facile far scoppiare la testa).

Titolo: Virtual Insanity • Model: Saramiao • Shot: Ettone © – All rights reserved

Se ci clicki sopra si ingrandisce

ALTRE IMMAGINI LE TROVI SU WWW.MESSAGGISOFISTICATI.COM

ALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

Il Volo e le donne

•26/12/2011 • Lascia un commento

In molti lo odiano… altri lo criticano… le donne lo amano… la gente lo legge, lo va a vedere al cinema e ascolta il suo programma radiofonico. Trovare un nesso ragionevole a tutto ciò riesce veramente difficile…

Non ho mai ben capito quale arcano meccanismo psicologico scatti nella testa di quelle persone che criticano a prescindere e con tanta veemenza i prodotti di un personaggio che magari non conoscono nemmeno guidati probabilmente da una insana invidia per chi, a differenza di loro, ha raggiunto il successo partendo dal basso, ha affrontato cammini artistici differenti raggiungendo livelli eccellenti e si gode quei lati positivi che una vita da “personaggio famoso” può dargli.

“Certo, ma i libri non li scrive lui…” E chi cazzo te lo dice? Ne hai le prove? Beh, sfido chiunque a pensare che alla Mondadori non ci siano degli editor con i controcazzi incaricati di dare una leggiucchiata e una controllata a tutti i libri che stanno per andare in stampa, ma questa è la prassi… Sarebbe un po’ come dire che le foto di un bravo fotografo non le fa lui… Lui le fa, poi avrà sicuramente degli abili assistenti di studio, dei bravi post producer, un bravo make-up artist, uno stylist al seguito e si spera anche degli abili grafici in grado di impaginare e stampare le sue fatiche nel modo migliore…

Cmq… liberi di pensarla come volete… Io ho letto solo un libro di Fabio Volo e non vi dico quale. Ho visto parecchi suoi film, non tutti… Conosco persino il suo primo e forse unico CD musicale. E ho letto la sua intervista su VANITY FAIR… Se mi piace o no non ve lo dico. Ma vi posso confermare che non lo odio e che non mi sta sul culo a prescindere. Probabilmente cambierò idea quando e semmai lo conoscerò di persona e avrò modo di parlargli.  Chi può dirlo, ma al momento mi sta relativamente simpatico come chiunque sappia fare bene il proprio lavoro e lo faccia con passione… Fosse anche l’idraulico sotto casa.

Ora, precisando che la foto qui sopra, di Alessio Pizzicannella, mi piace veramente un casino (lo scrivo per quella persona che mi ha detto che mi farà delle foto… Questa è una nota di servizio…) incollo qui sotto uno stralcio di quell’intervista…

Uno stralcio che non ha nulla a che vedere con il discorso precedente… ma che trova la mia approvazione. Peccato non si possa cliccare MI PIACE su Vanity Fair cartaceo…

È vero che un giorno è entrato a una riunione di Rai Cinema con il pacchetto di un sex shop e ha mostrato orgoglioso tutti i suoi acquisti?
«Sì, è vero. A Roma c’è un negozio che ha cose di seta molto carine, raffinate. Mi piacciono certi gadget, amo il gioco erotico».

E alle donne piace sempre?
«Dipende. Piace alle donne che hanno un buon rapporto con il loro corpo, quelle che si toccano, che sanno anche cercarsi il piacere in proprio. Molte altre sono piene di paranoie».

Perché, secondo lei?
«Perché le donne, attraverso il sesso, vogliono dirti chi sono, in senso lato, quindi niente autoreggenti, altrimenti lui pensa che io sia una puttana. È come se io, un giorno, interpretassi l’assassino in un film e sentissi il bisogno di gridare ai quattro venti: “Oh, io non sono un assassino”. È una recita, un gioco, dai!».

Altre tipologie di donne che a letto l’hanno delusa?
«Quelle che pensano che la loro patata sia una specie di rivale».

Prego?
«Tu sei lì a fare sesso orale e loro dopo un po’ si scocciano e ti dicono: vieni su e baciami. E allora mi viene da dire: perché, scusa, che cosa stavo facendo?».

Non lo sa che per le donne un bacio sulla bocca è l’apostrofo rosa, il gesto sentimentale per eccellenza?
«Eh, ho capito. Ma non è che io là sotto sto affettando la bresaola per fare panini!».