Thirty Seconds to Mars – Bologna – 17 marzo 2018 – UnipolArena

Oggi vi scrivo un post che non è propriamente fotografico anche se la fotografia non è solo fare click. La fotografia è anche e soprattutto VITA e le esperienze arricchiscono la vostra creatività. In un CONCERTO poi di fotografia ce n’è abbastanza. Ci sono effetti luce che potrebbero ispirare anche il più esperto dei fotografi. Ci sono scenografie e costumi in grado di attivare anche il più dormiente dei neuroni.

Oggi vi scriverò del concerto dei THIRTY SECONDS TO MARS che ho avuto il piacere di vedere ieri sera, 17 MARZO 2018, in quel di BOLOGNA presso l’UNIPOL ARENA… Vi scriverò a punti in modo da essere chiaro e utile a livello informativo.

L’UNIPOL ARENA: è stato il mio primo concerto presso qualla location e come son solito fare prima di andare in luoghi che non conosco, mi sono informato tramite il sito ufficiale, tramite blog e commenti vari trovati in giro per il web. Ho chiesto informazioni direttamente allo staff dell’Arena tramite il form sul loro sito ufficiale, ma non ho mai ricevuto risposta. Avevo letto recensioni negativissime sull’organizzazione, sul costo del parcheggio e altro ancore e ammetto di essere partito prevenuto, ma fortunatamente mi son dovuto ricredere. Certo, il parcheggio è costato 9 euro (con scontrino in regola), ma non l’ho trovato eccessivo rispetto al costo di altri eventi. Il parcheggio è davanti all’arena, comodo e con i posti auto belli larghi. Chi ha un’auto nuova o grossa può comunque stare tranquillo. A piedi si possono poi raggiungere i centri commerciali vicini dove stare al caldo o mangiarsi qualcosa prima dell’entrata (e anche fare pipì). Avevo letto di ore di coda per andare via alla fine del concerto, cosa abbastanza normale in occasione di grandi eventi, ma nonostante ci fosse il pienone, in mezz’ora eravamo in autostrada. Dentro ci sono hostess che offrono informazioni su dove sono situati i vostri posti numerati, pertanto devo ammettere che non ho avuto problemi. Anche il costo di birre e cibi vari nei bar all’interno sono rapportati agli eventi e non eccessivi.

VENIAMO AL CONCERTO: i Thirty Seconds to Mars (che nell’occasione erano solo in due… per intenderci i due fratelli Leto), hanno trasmesso molta carica. Jared era in forma, la voce era potente nonostante la sera prima avesse tenuto il concerto a Roma. Lo spettacolo è stato emozionante e gli effetti scenici e di luce, per quanto minimal, sono stati molto coinvolgenti. Lo style di Jared era di un “ER MONNEZZA” con i soldi, ma ci sta… è il suo stile. Prende vestiti a cazzo e se li butta addosso. Lui può! Lo facessi io sembrerei un barbone con problemi di alcolismo.

Nota negativa, ma che già avevo messo in conto, è stato il fatto che Jared tende a fare dei suoi concerti più una festa che un vero e proprio spettacolo di qualità musicale. Fa cantare tantissimo il pubblico e lo incita come un DJ… e nonostante io apprezzi i cori del pubblico durante i grandi concerti, trovo che se per metà canzone tu faccia cantare il pubblico, non aiutandolo con la tua voce, l’effetto “figata” vada scemando in un miscuglio di voci fuori tempo e di stonature varie. Se poi consideriamo che per via della lingua metà della gente probabilmente non sa cosa sta cantando, il casino è fatto. Ecco, fossi in lui canterei un pelo di più. Anche il fatto di far salire sul palco il pubblico lo trovo molto bello e un gesto carino verso i fan, ma se ogni tre canzoni ti fermi a far salire gente e a chiedere nomi e città di provenienza, interrompi un po’ quella magia che chi viene per ascoltare dal vivo le canzoni si aspetta. Proprio ieri durante il pezzo acustico che tanto aspettavo, è salito un fan che sebbene abbia intrattenuto e cantato a sua volta non mostrando timidezza, ha praticamente distrutto il momento magico che dovrebbe trasmettere un pezzo “chitarra e voce”.

Ovviamente son critiche personali, in sè lo spettacolo è stato molto gradevole e sono felice di avervi preso parte.

Mi ha commosso un brano che Jared ha realizzato e dedicato a tutti gli artisti scomparsi l’anno scorso. Un medley di più canzoni famose compreso un cenno ai Linkin Park. Grande Chester. Sempre con noi.

Annunci

~ di messaggisofisticati su 18/03/2018.

3 Risposte to “Thirty Seconds to Mars – Bologna – 17 marzo 2018 – UnipolArena”

  1. Amo i 30 second.
    E amo Jared Leto…
    E sono invidiosisserrima..
    😍😒

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...