La Lectio del Maestro Gian Paolo Barbieri

Schermata 2015-07-13 a 13.33.29

PREMESSA: L’AFIP (Associazione Fotografi Italiani Professionisti) organizza dall’anno scorso (se non erro) una serie di lectio magistralis con i più grandi e famosi fotografi italiani per lo più facenti parte dell’Associazione stessa. Le Lectio che si tengono a Milano sono iniziative molto interessanti che vengono riprese e trasmesse in streaming per tutti coloro che, come me, non riescono ad essere presenti. All’AFIP vanno i miei complimenti per questo che ritengo essere un vero e proprio servizio culturale verso tutti i fotografi.

Di queste Lectio non me ne sono persa una perché trovo che sia importantissimo per un fotografo attingere dal sapere e dall’esperienza di chi “ce l’ha fatta“… Sono rimasto colpito dalla Lectio di Toscani (un vero personaggio), da quella di Benedusi (che anche lui si è introdotto in modo simpatico), quella molto fresca di Thorimbert o da quella che ho trovato toccante di Raimondi, tuttavia quella che mi ha colpito più di tutte al momento è stata quella del Maestro GIAN PAOLO BARBIERI.

Per chi non lo conoscesse (male, molto male), il Maestro Barbieri è uno dei pochissimi fotografi (e non solo) italiani ad aver fatto servizi per Vogue e ad essere conosciuto a livello mondiale. I suoi servizi, realizzati negli anni ’70 in analogico e senza post (photoshop manco esisteva), sono dei veri capolavori. Cercatelo su Google e vedrete quante foto sensazionali verranno fuori (molte probabilmente le avrete già viste).

Particolare che lo contraddistingue è la sua innata riservatezza ed è su questo punto che mi vorrei soffermare.

Al di là della differenza tra digitale e analogico, tra post e realismo, tra dire e fare, ciò che veramente colpisce è il fotografo divenuto tale per la sua bravura aka professionalità e non per il suo essere “personaggio”.

Non me ne vogliano gli altri, anche perché ritengo che al giorno d’oggi essere “personaggio” faccia purtroppo parte della professione stessa, ma sapere che un fotografo è diventato “UN GRANDE” restando riservato è una cosa che trovo FANTASTICA! Penso che questo “messaggio” trasmesso indirettamente dal Maestro Barbieri debba essere da stimolo verso chi cerca la perfezione, chi ama una professione e chi lotta per il proprio accrescimento culturale affinché non demorda se poi si ritrova “sorpassato in curva” da un giullare qualunque che l’unica cosa di intelligente che ha saputo fare è scegliere “i party” giusti in cui imbucarsi.

Se avete qualche minuto guardatevi il video della LECTIO, non è tempo sprecato, anzi, alla fine sarete fortemente motivati.

LINK AL VIDEO

———————————-

facebook_messaggisofisticati copy

~ di messaggisofisticati su 14/07/2015.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...