I Cani, li hai ascoltati?

Proprio oggi stavo sfogliando l’ultimo numero di Vanity Fair in “ufficio” quando tra un fax e una telefonata mi ha colpito una breve recensione riguardo a quello che è stato soprannominato “il fenomeno indie pop del 2011”, ovvero il gruppo de “I CANI“…

Quando parlo di CANI non parlo quindi dei migliori amici dell’uomo, quadrupedi pieni di peluria dotati dell’abbaio facile, bensì di un gruppo musicale che (sempre da quanto appreso da Vanity Fair) si rivelerà presto essere un singolo cantante…

I CANI non fanno musica leggerissima anche se i testi vanno giù con una certa facilità. Con ironia affrontano tematiche che coinvolgono i giovani d’oggi (facendomi sentire un po’ vecchio)… Le sonorità sono elettroniche, riconoscibili, marcate, l’unica pecca è che sono forse un po’ monotone… diciamo simili da canzone a canzone.

I due singoli “I pariolini di diciott’anni” e “Velleità” che hanno reso famosi “I CANI“… (ora non so più se parlarne al plurale o al singolare… comunque fai tu che è uguale) hanno letteralmente “spatroneggiato” (per dirla alla Abatantuono) sul Tubo e sono diventati un vero fenomeno…

Ora è uscito il loro o il suo, primo ALBUM intitolato “Il sorprendente album d’esordio dei Cani”. Mi sono ascoltato in preview le song e le ho trovate molto interessanti…

Si è discusso molto sull’identità del leader, ma sinceramente, prima di scoprirlo occorre scoprire il progetto per cui il mio consiglio è di ascoltare l’album ed eventualmente di acquistarlo…

Qui sotto le tracce e la copertina…

01. “Theme From The Cameretta”
02. “Hipsteria”
03. “Door Selection”
04. “Velleità”
05. “Le Coppie”
06. “Il Pranzo Di Santo Stefano”
07. “Post Punk”
08. “Roma Nord” (con Cris X)
09. “I Pariolini Di Diciot’Anni”
10. “Perdona E Dimentica”
11. “Wes Anderson”

MAGGIORI INFO SU QUESTO BLOG e sul sito UFFICIALE DELLA CASA DISCOGRAFICA

Annunci

~ di messaggisofisticati su 13/06/2011.

2 Risposte to “I Cani, li hai ascoltati?”

  1. Copertina splendida. Il volto di una bella donna con la bocca nastrata e gli occhioni spalancati è sempre, dico sempre, una cosa bella da vedere, seconda solo al volto di una bella donna senza nastro. Ascolterò questi Cani, che non conosco, ma amo molto i Baustelle, e ad occhio mi sembra che non si caschi poi tanto lontano. Certo, i testi di Bianconi sono insuperabili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...