Twister alias tromba d’aria

A volte capita che un mulinello d’aria a ciel sereno si monti leggermente la testa diventando una seppur piccola tromba d’aria visibile a qualche km di distanza. Questo è ciò che è apparso ai miei occhi in una tranquilla domenica pomeriggio tra le splendide colline del Monferrato. Un vortice d’aria formatosi per chissà quale casuale “abbraccio” di correnti passando su di un campo appena lavorato ha sollevato la terra rendendosi minaccioso.

Nella foto qui sotto l’insieme dell’immagine mentre qui sopra un crop del particolare. Giuro che non è un fotomontaggio. Mi era già capitato anni fa di vedere un fenomeno simile ma non avevo la macchina fotografica con me, oggi, nonostante avessi montato il 18-55 mm (avessi avuto il 300 mm vedevi che foto che veniva fuori) ho comunque immortalato l’evento…

Ps, detto tra noi avrei voluto correrci in mezzo se solo fosse stato più vicino… Intanto non penso che avrebbe avuto la forza di alzarmi… Più che altro mi sarei riempito di polevere…

Foto by Ettone... Se ti va, anche se il sito tratta foto artistiche e di altro genere dai un’occhiata (in senso figurato se no ti fai solo del gran male) a www.messaggisofisticati.com

~ di messaggisofisticati su 22/05/2011.

4 Risposte to “Twister alias tromba d’aria”

  1. Ciao, sei stato testimone di un misterioso
    incotro di venti che davano sfogo alla loro rabbia.
    Comunque, hai un “occhio” molto allenato per catturare
    l’imprevisto.
    Bravo

    • grazie mille per il “mi piace” e per il commento…
      Sì, è stata una coincidenza essere presente a quei pochi secondi di “abbraccio” di venti e avere con me la macchina fotografica… E’ stato anche un caso essermene accorto perché tra le colline e le geometrie dei campi era difficile notarla…

  2. Ho sperimentato un fenomeno come questo all’Isola d’Elba 3 anni fa, solo che eravamo in spiaggia. Nel golfo si son verificate due mini trombe d’aria a distanza di alcuni minuti. Una ha alzato sabbia sdraio ombrelloni e quant’altro (mi ha scaraventato addosso una sdraio in alluminio) e l’altra formatasi in mare è stata ancora più affascinante.
    Ma son durate troppo poco anche solo per tentare di immortalarle con una macchina fotografica che fosse ancora da togliere dalla borsa, dalla custodia e da accendere -.-

    • immagino che quelle al mare siano ancora più potenti… considerando che si tratta di venti che prendono velocità, quando non ci sono barriere naturali o architettoniche a fare da scudo, la potenza acquisita può essere anche violenta…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...