La chiave di lettura

•08/03/2017 • 1 commento

© all rights reserved – http://www.messaggisofisticati.com

 

Spesso è un’idea a colpirmi, a farmi accendere la lampadina che poi darà vita a un concept.

La “chiave” per entrare nell’animo di una persona. Quanto a fondo conosciamo le persone? Quanti segreti sono custoditi sotto “chiave” nella cassaforte del nostro corpo?

Da qui sono partito per questo concept con la splendida Nisa. Un concept che ho poi voluto sviluppare in modo leggermente “fashion” utilizzando una camicia aperta, ma indossata al contrario, a esporre la parte nascosta e più vulnerabile… Se ti accoltellano alle spalle commettono un atto “vigliacco” proprio perché tu non puoi guardare dritto in faccia il tuo assassino. Non che accoltellare un individuo guardandolo in faccia sia un atto giustificabile, né! Diciamo però che la SCHIENA è comunque una parte del corpo molto sensuale e allo stesso tempo celata persino al nostro sguardo.

Questa è la chiave di lettura di questo concept al quale ho cercato di non attribuire significati “ambigui” che potrebbero essere richiamati dalla simbologia della “chiave” (non vado oltre nei dettagli). Personalmente penso avrei posizionato diversamente la chiave se avessi voluto “trasgredire” di più nel messaggio.

Tuttavia, una volta pubblicate queste foto sui social, ho notato che non tutti le hanno interpretate con la stessa “chiave di lettura” e questo è anche il bello della fotografia. Lanciare un’idea lasciando che siano gli osservatori ad elaborarla secondo la loro personale visione.

 

© all rights reserved – http://www.messaggisofisticati.com

 

———————————-

facebook_messaggisofisticati copyALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…

Ettone a Pianezza

•26/02/2017 • Lascia un commento

Lo so che è ancora molto presto, manca un mese… ma inizio a dirvelo così non avrete scuse… Ulteriori info sulla serata a questo link o cliccando sulla foto della locandina qui sotto!

schermata-2017-02-26-a-00-56-23

Lavori importanti

•22/02/2017 • Lascia un commento

schermata-2017-02-21-a-21-04-52

Breve premessa: molti di voi avranno capito fino allo sfinimento quanto ci tenga a tenere separata la fotografia professionale, che produco quotidianamente da più di dieci anni per lo studio nel quale lavoro “Studio Due srl”, da quella artistica con lo pseudonimo di Ettone… Ho più volte ribadito durante le serate nei gruppi fotografici o nelle interviste sui magazine di settore, che vorrei mantenere estranee al “mercato lavorativo” le mie fotografie artistiche in quanto vorrei dipendere il meno possibile da quei paletti “creativi” che obbligatoriamente (nel bene o nel male) vengono imposti quando ci si trova a dover rappresentare al meglio un prodotto. E sia chiaro che al momento non ho cambiato idea. Diciamo che lo stile “ettoniano” è entrato per la prima volta in un ADV (advertising) di tutto rispetto semplicemente perché il prodotto in questione (e chiamarlo prodotto credetemi che è veramente riduttivo) lo merita.

Partecipare alla realizzazione di un ADV vuol dire PRENDERE PARTE AD UN PROGETTO COMPLESSO. Lo schema “fotografo+modella” va a farsi benedire anche perché sebbene quello del fotografo sia un ruolo rilevante, è l’insieme di più specializzazioni a dare il risultato finale.

Per prima cosa l’idea creativa parte dall’Art Direction, in questo caso di Giuseppe Perrone e Monica Deevasis dello Studio Due srl, che supervisionano tutto il lavoro avendo ben chiari tutti i passaggi. Si passa poi alla scelta del fotografo (in base all’impronta stilistica e concettuale che dovrà essere data al servizio), alla scelta della modella, dello styling, dell’hair-styling, del make-up, della location e infine della post produzione e dell’impaginazione…

Il tutto avviene grazie alla lungimiranza del Cliente che si affida a dei professionisti del settore dando loro fiducia e appoggio nonché fornendo, in questo caso, dei veri e propri capolavori di alta gioielleria che da soli potrebbero “bucare lo schermo”.

… Così, quando tutto è al suo posto, il gruppo si muove compatto per raggiungere il proprio traguardo ottenendo il risultato che è attualmente pubblicato su Vogue Accessory di marzo e che è già uscito sul numero di febbraio di VO+.

A dimostrazione che il “gruppone” è più che numeroso eccovi i doverosissimi crediti e il link al video di backstage. E se vi capita date un’occhiata sia al sito di “VENDORAFA” che a quello di “STUDIO DUE”… 😉

Client: Vendorafa Lombardi srl
Art Direction: Studio Due srl (Monica Deevasis e Giuseppe Perrone)
Photography: Ettone – still life by Giuseppe Perrone
Assistant: Roberta Savogin
Model: Adriana Castrogiovanni
Hairstyle: Le Muse Acconciatori
Style: Viadellerba
Location: Palazzo Trotti Bentivoglio, abitazione privata, special thanks to P.L.B.

GUARDA IL VIDEO DI BACK STAGE: QUI

schermata-2017-02-21-a-21-04-35

schermata-2017-02-21-a-21-04-23

———————————-

facebook_messaggisofisticati copyALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…

Andrea Gottardi e le sue Secret Stories

•18/02/2017 • Lascia un commento

16797644_1648890025127270_5467080971508631107_o

Se ben ricordate quando ho fatto cenno alla splendida serata a Piacenza dove il mitico Dennis Ziliotto ha parlato della sua fotografia al collodio, ho citato un gruppo di fotografi e amici che ho avuto il piacere di conoscere di persona per la prima volta.

Tra questi c’era Andrea Gottardi, un fotografo che già seguivo da tempo e che mi ha fatto enormemente piacere conoscere dal vivo. Mi ha fatto anche piacere sapere che lui stesso mi seguiva da tempo… Insomma… ci seguivamo (così ho fatto tutta la coniugazione del verbo “seguire” 😛 ).

Andrea Gottardi è un fotografo che indubbiamente attira la mia attenzione per il suo stile. Anche lui ha una connotazione fortemente dark anche se più fiabesca rispetto ai miei concept in studio. Utilizza molto bene le ambientazioni esterne e la luce naturale abbinando il tutto ad una meticolosa scelta dei vestiti e degli oggetti di scena.

Se ci penso bene (e giuro che questa cosa la sto notando ora) c’è un altro particolare che ci avvicina: mentre io mi son inventato i “Messaggi sofisticati”, lui si è creato le “Secret Stories”! E tutto ciò è veramente figo perché ci fa capire quanto lavoro vi sia dietro a ogni singolo scatto e denota l’idea di un progetto generale, diciamo un’Anima che lo rappresenta al meglio!

Non posso far altro che invitarvi a visitare i suoi canali Facebook, Instagram o Youtube per vedere tutte le sue opere.

LE DUE IMMAGINI DELL’ARTICOLO sono ovviamente di ANDREA GOTTARDI con modella: ALBINA ZAVTUR. Tutti i diritti riservati.

16722685_1646988308650775_7329565042600814543_o

———————————-

facebook_messaggisofisticati copyALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…

Buon Compleanno AUTUNNONERO

•16/02/2017 • Lascia un commento

schermata-2017-02-16-a-21-01-46

Era il 2012 quando ebbi l’onore di conoscere i ragazzi di Autunnonero in quella che era la splendida cornice, anche se un po’ terrificante, di Triora (il paese delle streghe). La mia dolce metà è stata la prima storyteller di quello che sarebbe poi diventato il Ghost Tour di Triora.

Ricordo ancora alla perfezione quella giornata finita a notte fonda con un giro di “prova” del tour per le vie strette della Triora antica e io che indietreggiavo dal gruppo per restare solo e scattare qualche foto del luogo (vedi foto sotto e tutto il servizio a questo link: QUI)… Foto, che ancora oggi vengono apprezzate e pubblicate e che proprio grazie ai ragazzi di Autunnonero, in particolar modo ai fratelli Scibilia, sono addirittura state pubblicate sul magazine BBC History Italia

Da quel giorno, per parecchie altre volte ebbi la fortuna di poter accompagnare la mia dolce metà durante le iniziative e i giri di perlustrazione dell’Associazione. Ricordo il giro a Fenestrelle e in ultimo, proprio dell’anno scorso (vedi foto in alto), al nuovo GHOST TOUR DI DOLCEACQUA…

Oggi l’Associazione Autunnonero compie 10 anni e a tutti i soci va il mio AUGURIO perché credetemi, se dopo dieci anni l’Associazione organizza ancora eventi fantastici in luoghi magici e suggestivi è grazie alla tenacia, alla PROFESSIONALITA’ ma soprattutto, lasciatemelo dire anche se sembrano caratteristiche di poco conto, all’EDUCAZIONE e alla LEALTA’ dei suoi componenti.

Un gruppo veramente superlativo e che frequenterei molto di più se solo fossi più vicino alle loro zone…

AUGURI RAGAZZI!!!!

www.messaggisofisticati.com

———————————-

facebook_messaggisofisticati copyALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…

Dennis Ziliotto a Piacenza presso ChezArt e il Gruppo Riflex

•09/02/2017 • Lascia un commento

16473932_1061434970668415_4397642313042739852_n

Anche se con un leggero ritardo vi voglio parlare di un piacevole incontro.

Chi segue questo blog avrà sicuramente sentito parlare di lui in quanto fin da tempi immemori ho il piacere di dialogare, collaborare e addirittura partecipare a mostre (vedi alla voce “Le Camere Oscure” a Cuneo) con il mitico DENNIS ZILIOTTO… Purtroppo, per varie vicissitudini, non avevamo ancora avuto modo di conoscerci di persona e grazie agli amici del gruppo RIFLEX di PIACENZA finalmente “il contatto” è avvenuto!

Sabato 4 febbraio, presso CHEZ-ART a PIACENZA, si è tenuta, in sua presenza, l’inaugurazione della mostra che lo vedrà protagonista fino alla fine del mese (sempre presso CHEZ-ART)!

Per l’occasione i ragazzi del Gruppo Fotografico hanno avuto modo di farsi spiegare da DENNIS le mille procedure della fotografia al COLLODIO UMIDO, una tipologia di fotografia realizzata con banco ottico, lastre di alluminio o vetro e acidi, tanti acidi, che richiama in tutto e per tutto quel tipo di fotografia che definirei “PRIMORDIALE” quando, diciamocelo, tutto era scomodo, difficoltoso… e come ci ha detto lo stesso DENNIS anche molto lasciato al caso. Potrebbe capitare infatti che nonostante si usino le giuste formule per gli acidi le lastre, dopo lo scatto, restino bianche e non sviluppino l’immagine…

È stata una serata molto interessante, che mi ha permesso di conoscere un “mondo fotografico” che non è alla portata di tutti (sono solo in due a far foto di questo tipo in Italia e uno è DENNIS)… non tanto per i costi, quanto per la difficoltà nella realizzazione e nel reperire il materiale per lo sviluppo.

È stata anche una serata tra amici, gli amici di Piacenza, che spero di rivedere presto e di amici dal Veneto come i fotografi Andrea Gottardi e Zadal.

Insomma… una serata con i fiocchi! Grazie ancora a tutti per l’accoglienza!

16602211_218820751855456_2651657530877742885_o

550650_342698492492520_1167652729_n

immagini in apertura e chiusura di Dennis Ziliotto mentre quella che mi ritrae insieme a Dennis è di Michele Bongiorni

 © all rights reserved

———————————-

facebook_messaggisofisticati copyALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…

Ettone su Digital Camera febbraio 2017

•22/01/2017 • 1 commento

16142440_1328631360536464_8449227433928959557_n

A volte le cose capitano perché le vai a cercare con forza e testardaggine, altre volte capitano quasi per caso e vanno giù lisce come l’olio. Febbraio deve essere un mese fortunato nel rapporto con Digital Camera Magazine. L’anno scorso uscivano diverse pagine con il mio workshop sulle maschere e quest’anno, posso dire senza muovere un dito, mi son ritrovato addirittura uno scatto in copertina.

Ebbene sì, perché a fronte della richiesta da parte della redazione di utilizzare un mio scatto alla bellissima Elena Fortina “Elen-ina” per due pagine di tutorial sulla trasformazione di un file da colori a BIANCO E NERO… i capi supremi hanno ritenuto valido utilizzare la stessa immagine anche in copertina… Potete immaginare… con mia estrema soddisfazione e maximum godimento!

La scelta della desaturazione selettiva spinta agli estremi così come gli argomenti del tutorial non sono quindi farina del mio sacco, ma trovo ci stia bene, in questo caso, in una copertina che stilisticamente punta al rosso, essendo anche il mese di San Valentino (degli innamorati)!!! E poi fortunamente non sono stati lasciati in rosso i classici cuoricini o la classica rosa… 😉

Ringrazio ancora di CUORE la redazione per avermi tenuto presente e avermi fatto un BELLISSIMO REGALO!!!

16142627_10212114331760112_5307823965373271664_n

———————————-

facebook_messaggisofisticati copy ALL RIGHTS OF THE PICTURES IN THIS PAGE ARE RESERVED – Don’t copy or publish anywhere without the written permission of the photographer.

TUTTI I DIRITTI DELLE IMMAGINI PUBBLICATE IN QUESTA PAGINA SONO RISERVATI – Non pubblicare o usare queste foto da nessuna parte senza il permesso scritto dal fotografo.

PS, SE QUI SOTTO APPARE UNA PUBBLICITA’ SAPPI CHE NON L’HO MESSA IO…